homepage

NOTIZIE FITRI

    FERALPI TRIATHLON TEAM - GAZZETTINO DEL LUNEDI'

    IRONDELTA 2012
    Data articolo23-09-2012

    Bel weekend di gare per il tradizionale Irondelta in quel di Lido delle Nazioni, “amena” località adriatica dove il tempo sembra essersi fermato agli anni 70.

    In rappresentanza del team Feralpi Triathlon si presenta in riviera già da sabato mattina il gruppo dei "mangia panini" con famiglie al seguito: Davide Boni, Beatrice Barba, Luca Piva e il sottoscritto; qualcuno è lì per fare lo sprint (Davide, Beatrice e Luca), qualcun altro (io) per fare il tifo e per trovare la giusta concentrazione per l’olimpico della domenica.

    Nella gara sprint, Beatrice entra nella top ten grazie alla solita ottima frazione di nuoto (4a, in un’acqua più torbida di quella del nostro lago!!) e buone frazioni di bici e corsa, in costante miglioramento...

     

    Tra gli uomini Davide fa una grande gara, classificandosi subito a ridosso dei primi; Luca si piazza a metà classifica: non completamente soddisfatto della sua prestazione, passerà l’intero pomeriggio e l'intera serata a meditare se fare anche l’olimpico il giorno dopo o rientrare verso casa (non prima di aver fatto un salto all’ambiguo locale "Pepenero"...)! Da sottolineare che questa era la sua nona gara della stagione; è in lizza per il titolo 2012 di atleta Feralpi col maggior numero di gare!

    Nota di colore: il percorso run si rivela ideale per gli irriverenti supporter che ad ogni passaggio dei compagni provati dalla fatica e dal caldo, potevano fare il tifo standosene bellamente seduti al ristorante davanti ad un succulento piatto di pennette alla pescatora e una fresca birra alla spina...

    Terminate le fatiche sportive, per l’allegro gruppetto dei "mangia panini" e supporters, la giornata si conclude con una più che meritata cena di pesce in riva al mare: la dieta a base di carboidrati a rapida assimilazione messa giù dal dott. Boni prevedeva spaghettata alle "vongole veraci del dio Eros" per tutti presso il ristorante "Maxim" (posto che vi consiglio se passate da quelle parti!)

    La domenica, per l’ultimo Olimpico della stagione, il gruppo si rinforza con l’arrivo direttamente dal lago di Garda di altri atleti Feralpi: Max, Giulio, Andrea Rosa, Giorgio Bettini, Giancarlo Pelloggia, Matteo Mainetti e Davide Gogna.

     

    La gara parte dalla spiaggia alle h.13. Siamo in 440 atleti divisi in 3 batterie con partenze a distanza ravvicinatissima: il campo gara diventa subito una tonnara; il tratto tra l’ultima boa e l’arco d’uscita dall’acqua è interminabile, anche perché controvento e contro corrente! Inoltre il percorso spiaggia - ZC è una mini frazione di corsa.

    Con la bici si affronta il solito percorso completamente pianeggiante: unica vera insidia è l’asfalto indecente, pieno di buche, che, unito al fatto che si formano presto gruppi numerosissimi, crea qualche pericolo di caduta e foratura. Uscito bene dall’acqua soffro la partenza a canna del mio esiguo gruppetto in bici, decido di lasciarlo prima di schiantare e attendo il gruppo ben più numeroso che arriva da dietro in cui ritrovo anche Davide, Andrea Rosa e Giulio. Dopo i primi 20 km lo scatenato Davide prova l’azione solitaria, lascia il nostro gruppo e va a riprendersi (da solo !!!) quello davanti. Io e gli altri feralpini invece arriviamo insieme al termine della frazione ad una discreta media, con Giulio che, esaltato dalla nuova bici, la vuole testare e si dà fin troppo da fare in testa al gruppo... Ne paga le conseguenze nella corsa: appena partito (con una velocità doppia della mia...) lo vedo fermo causa crampo al polpaccio e lo supero! Poi riparte, mi risupera e non lo vedrò più.

     

    Al settimo cielo è invece il Boni che riesce a correre bene, piazza il miglior risultato della squadra e vince la personale sfida con i propri compagni. Quanto a me, quando al terzo km stavo finalmente per raggiungere Andrea Rosa che puntavo da un po’, mi prende una tremeda fitta in zona fegato che presto mi si estende (forse troppe vongole la sera prima?!?). Sono costretto a rallentare e procedere ad un ritmo di corsa penoso; stringo i denti per non fermarmi e porto comunque a termine la gara, con una prestazione ben al di sotto delle mie attese. Nella sofferenza incrocio anche Max che stava gettando la spugna: riparte con me, facciamo insieme qualche decina di metri, ma poi si ferma definitivamente... Peccato!

    Per concludere: il campo gara non è dei più affascinanti, però la due giorni di gare, pur senza alcuna pretesa, è stata ben organizzata... Di positivo la numerosa partecipazione di atleti che hanno ravvivato per un weekend una località balneare che altrimenti sarebbe già in letargo da un bel pezzo!

    Considerazione personale: voglio sottolineare il bellissimo clima di trasferta vissuto insieme ai compagni di squadra: la prossima stagione dovremmo cercare di organizzare più trasferte di gruppo; è grazie a occasioni e momenti come questi vissuti tutti insieme che si crea il vero spirito di appartenenza ad un team!

    Un saluto

     

    Andrea V.

    TORNA ALL'ELENCO
     
    Commenti
    ringrazio il gruppo dei mangia panini per il supporto due due giorni trascorsi.. La prox volta ad andrea daro' le mie solite bombette...dopanti... ciao ciao
    il boni | 01-10-2012 alle 16:53
    Grazie mille Chiara!!!!Quest'anno è stata una prova...ho iniziato così senza nemmeno capire fino in fondo quanto questo sport sia davvero affascinante e soprattutto divertente..cerchi di pianificare come andrà la gara..ma alla fine è sempre un'improvvisazione.. I due giorni di trasferta sono stati davvero divertenti e ritengo sia bello poter organizzare l'anno prossimo altre trasferte con un gruppo sempre più numeroso.. Alla prossima avventura.. un saluto a tutti, Beatrice
    BEATRICE | 29-09-2012 alle 16:45
    Complimenti a tutti, soprattutto a Beatrice, che con la sua giovane età ci darà tante soddisfazioni in futuro!!!
    Chiara | 27-09-2012 alle 13:11
    Lascia il tuo commento
    Nome
    Commento