homepage

NOTIZIE FITRI

    FERALPI TRIATHLON TEAM - GAZZETTINO DEL LUNEDI'

    Bardolino 2012
    Data articolo18-06-2012
    Bardoliono: la mia bestia nera.

    ....e tutto sommato devo dire  che, per come si era messa, alla fine sono anche ben soddisfatto !!!
    ....ma partiamo dall' inizio......
    Se l' anno scorso era stato il mio 'primo Bardolino'...quest' anno mi presentavo con più consapevolezza dei miei mezzi e soprattutto con
    un anno in più di allenamenti...esperiena e malizia aquisita , che nel Triathlon (mi accorgo ora come non mai) è indispensabile.
    E invece....quando la sorte ti si mette contro....le puoi provare tutte. ma oltre, non si può proprio andare. Ed è quello che sabato 16 giugno mi è capitato.
    Partendo in seconda batteria ( non male il miglioramento rispetto all ultima della scorsa edizione)...le speranze di uscira dall acqua per agguantare un 'treno' veloce in bici era molta.... e infatti , fin qui tutto è andato liscio...
    Maaaaa , una volta inforcata la bici, calzato impeccabilmente le scarpette al volo e pronto per dar battaglia su di un percorso...provato e riprovato, sul quale sapevo quanto potevo valereeee.....LA PARALISI !!
    E non per modo di dire...non per usare un eufemismo...ma proprio ( cosa mai...mai successa) una paralisi vera e propria, al gluteo e gamba destra con dolori pungenti e lancinanti che mi hanno costretto a fermarmi. Sembrava la resa!
     Incredulo , sofferente...rabbioso...vedevo sfilare i miei compagni che, tutti molto premurosamente, ( e di questo volevo ringraziare !) allarmati mi chiedevano..:' bucato??'...'tutto ok?'...'cosa succede?!'...
    Vi giuro che ...'avrei MANGIATO UNA MERDA!!!'
    Già pressochè ritirato...un colpo d' orgoglio e di pazzia mi ha spronato e rinvigorito.
    Dopo qulche minuto di stiramenti...e allungamenti sono risalito in bici. Ho messo il rapporto più leggero che potevo e ho fatto girare le gambe....soffrendo come un cane , sono ripartito.
    E come tutti ben sapete....mi aspettava lo 'trappettino' iniziale.
     Ho visto LA MADONNA....IL BUE E L' ASINELLO....eeee quando credevo di agguantare LA STELLA COMETA in cima al monte....QUALCUNO ha guardato in giù ...e il dolore piano piano si è assestato e calmato.
    Progressivamente mi sono accorto che ....riuscivo a pedalare....
    In lontananza vedevo qualche 'CoCCodrillo'....e mi sono gettato col primo gruppetto che mi ha raggiunto all' inseguimento...
    Ho pedalato ...tirato.(quasi sempre IO !)...sofferto e creduto....di poter arrivare finalmente alla 'Mia' corsa. Ma restava un incognita: come?
    In che condizione?
    Ho chiuso una frazione di bici con un tempo( tenedo conto della sosta forzata) per me sorprendente...e infatti...'IL BELLO DOVEVA ANCORA VENIRE'!!
    Chi spreca...paga. E ora si presentava il mio conto: Un CALVARIO.
     Mai sofferto così tanto in una frazione di corsa da quando 'triatholeggio'...
    Credevo di dover arrendermi...e non vi nego che in alcuni momenti , la benzina era talmente scarsa, il caldo così torrido e asfissiante, il dolore cosi pungente la contrattura così 'mordente' che ho
    pensato di non farcela.
     Ho visto IL PRESIDENTE arreso...che mi ha gridato qualcosa...non so bene cosa, ma a me è sembrato un incitamento, importante.............e per un altra volta ho avuto una fiammata, di orgoglio di rabbia di non so bene cosa e NON HO MOLLATO.
    E non ho mollato fino in fondo...strigendo i denti e concludendo comunque una frazione di corsa con un tempo che francamente non mi appartiene. Ma, il 16 giugno 2012....è andata così...eeeeeeeeeeeeeeeeee
     tutto sommato devo dire che, per come si era messa, alla fine ......
    ho tagliato il traguardo ha pugni stretti ...felice; con la consapevolezza di essere UN COCCODRILLO dalla pelle dura. Uno che NON MOLLA
    .....MAI.
     251 esimo con 119 posizioni e 3 min in meno rispetto all anno scorso e la certa consapevolezza di 'valere molto di più'.
    Un abbraccio e un sorriso a tutti coloro che si sono battuti , assieme a me e per loro , hanno sofferto e gioito per aver tagliato il traguardo di una gara infernale ,calda....difficile e maledettamente BELLA.

    A MAN IN GREEN
    Julio Roman
    TORNA ALL'ELENCO
     
    Commenti
    anch'io al mio primo triathlon preparato un anno ho bucato subito dopo il ristoro!!( che rabbia che mi era venuta) ho girato su le maniche (che non avevo) e sono ripartito ancora più convinto!! bellissimo mai arrendersi!! ci rifaremo l'anno prossimo ciao a tutti.
    danilo. | 16-07-2012 alle 19:33
    Bravo Julio, non mollare mai. Io all'esordio nell'Olimpico e dopo un anno di preparazione, sono stato fermato da una foratura al 28° km. Si va avanti ... più cattivi che mai!!!
    Lorenzo | 22-06-2012 alle 00:47
    E bravo Julio. Un coccodrillo non molla MAI!!!!!! Questo è lo spirito dei veri atleti. Ancora complimenti!
    Chiara | 21-06-2012 alle 08:10
    Lascia il tuo commento
    Nome
    Commento